Translate

lunedì 20 marzo 2017

Il viceversa
Alla biblioteca di Rubiera, per essere fedeli alla scrittura e lettura, principio e origine delle biblioteche, la sezione audiovisivi ha solo film tratti da romanzi. Chi sa se esiste il viceversa ed è mai stato scritto un romanzo da un film?


giovedì 9 marzo 2017



Fragili Guerriere - Chiamata alle Arti
Presso: Biosteria GHIRBA | e presso: La GARGOTTA del POPOL GIOST

Reggio Emilia |  10 - 26 marzo | 2017
Inaugurazione 10 marzo ore 19:00 ( in entrambi i luoghi)

Mostra a cura di Daniela Rossi.
Fragili Guerriere è un movimento poetico-artistico, fondato da Daniela Rossi e Rosaria Lo Russo ma è anche un work in progress (Roma, Parma, Firenze, Reggio Emilia), che indaga le varie espressioni dell’arte delle donne, dalla poesia all’arte visiva, dal teatro alla musica e alla videoarte: l’obiettivo è ricercare e promuovere le diverse forme d’arte con mostre, convegni, concerti e spettacoli.
All’appello di Fragili Guerriere - Chiamata alle Arti aderiscono artiste diverse tra loro per tecniche e per tematiche, con opere di pittura, poesia visiva, fotografie e installazioni, che hanno in comune la poetica del linguaggio e dell’immaginario femminile, l’ironia, il coraggio, e la volontà di preservare la memoria testimoniando il presente.
È un mondo disarticolato che viene ricomposto in questa mostra e che intreccia nuove relazioni; relazioni che si muovono svincolate in una sorta di anarchia femminile, che non ha niente a che vedere con il disordine, ma si appella a qualcos’altro che viene prima delle regole. Si mette in campo una disobbedienza,  una sovversione naturale.
Le artiste in mostra si muovono tra illusione e realtà, tra il mondo interiore femminile e le sue ossessioni, cercano il cambiamento nell’incontro con identità differenti, parlano della cronaca e della storia, di icone e di feticci, di umanità e natura. È un paesaggio sospeso tra coscienza e sogno, politica e utopia.                                                                                                            

Artiste:
Francesca Bersani, Patrizia Bonini, Marina Burani, Laura Cingolani, Manuela Corti, Donatella Franchi, Francesca Mattioli, Daniela Monica, Rita Pedullà, Franca Rovigatti.

Installazione collettiva “CREDENZA”  di Lorenza Franzoni con la consulenza di Mariaelena Raimondo.
Opere di:
Deda Artusi, Alessandra Binini, Margherita Braga, Alessandra Calò, Claudia Carpenito, Monica Carrozzi, Silvia Cassioli, Bianca Menna, Elisa Pellacani.

Fragili Guerriere - Chiamata alle Arti
Dove: Biosteria GHIRBA

Indirizzo: Via Roma 76
42121 Reggio Emilia

Info: 320 288 3618
www.ghirbabiosteria.it    www.facebook.com/events/656590234549288

Fragili Guerriere - Chiamata alle Arti | Mostra fotografica  a cura di Stefania Provinciali.
Inaugurazione 10 marzo ore 19:00
Opere di:
Ursula Boschi, Cristina Panicali, Annarita Mantovani.

Dove: La GARGOTTA del POPOL GIOST
Indirizzo: Piazza P. Scapinelli 5
42121 Reggio Emilia        Info: 333 967 1746

martedì 27 dicembre 2016

martedì 13 dicembre 2016


“ … credo in quella perfezione, mi sento al sicuro e senza più responsabilità, quasi la bellezza del mondo impedisca che mi accadano delle brutte cose. Immagino che sia una sensazione comune e che per questo motivo viaggiamo, stipiamo i bauli e prenotiamo le cuccette, visitiamo le cattedrali e i castelli, sostiamo a guardare le praterie africane e le spiagge sabbiose con la macchina fotografica o il Baedeker in mano, rassicurandoci che la comprovata magnificenza di quel che vediamo in qualche modo ci comprenda e ci coinvolga, e ce ne abbeveriamo per poi perderla nel sonno, fra le lenzuola fragranti di un albergo.”

Peter Cameron “Andorra” 1997, traduzione di Giuseppina Oneto, 2014 Adelphi 

lunedì 12 dicembre 2016









































Nel parcheggio del supermercato, dove sarà andato chi portava queste scarpe nr. 44 marca Fabi?

lunedì 5 dicembre 2016

“Che faccia da libro!”
Avete mai trovato contenuti interessanti attraverso FB?
Brutte foto, la pornografia del quotidiano personale senza contenuti, molto consumo: cosa si sta mangiando, dove si sta andando, cosa indosso, come un consumatore da consumare senza pensiero, forse questa è proprio una corrente estetica.
La forma grafica, non personalizzabile, brutta e banale anche in quel colore blu da compagnia navale di 20 anni fa. Un comunismo o ecumenismo del esisto perché consumo e mi mostro nell’identica uniformità di un modello prestabilito.
Che faccia …

domenica 6 novembre 2016

Reggiofilmfest
corti emiliani
I vestiti nuovi dell'imperatore pronti da indossare

Le fiabe di H. C. Andersen non hanno principi azzurri, lieti fini e condanne perpetue alla contentezza e felicità (cosa che non piacerebbe neppure a E. Bovary o a A. Karenina). Non ci sono cattivi contrapposti a buoni, la meschinità e la miseria tocca tutti i personaggi. 
Etica calvinista, non solo per intrattenere i bambini, forse ancor più per adulti.